In questi giorni la mia città si è colorata dell’entusiasmo dei giovani atleti delle universiadi.
A questi si sono aggiunti i colori delle mie maioliche del pannello che, due anni fa,
ho realizzato per ricordare sul nostro palazzetto dello sport, la figura di Giacomo Del Mauro.
Un giovane atleta che ci ha lasciato molto presto, i cui sogni e testimonianza di vita hanno colori indelebili nella nostra memoria.
Il tutto grazie ad una famiglia straordinaria
che ringrazio per avermi scelto per tenere viva quella fiaccola attraverso la mia arte.
Un dono di questa famiglia alla città di Avellino che in questi giorni straordinari ha accolto questi giovani nelle sue strutture sportive e in questo palazzetto.
Il tutto volge al termine e mi piace pensare che di ciò rimanga l’entusiasmo di tanti giovani, del loro esempio e quello di Giacomo Del Mauro per ricordarci della bellezza dello sport e della bellezza dei sogni e delle aspirazioni dei giovani di una comunità.
La speranza è che non ci si arrenda mai e che Avellino alzi sempre di più la testa attraverso la sua memoria e la sua storia di sport, dal passato lontano e recente, gloriosi, verso un futuro sempre più colorato e luminoso.
Ringrazio ancora la famiglia Del Mauro per aver reso il nostro, l’unico palazzetto dello sport in Italia ad avere una opera artistica di tali dimensioni in facciata e ringrazio Carmine Bellabona per la splendida foto.

Share This